Audrey Large

“Ciò che mi interessa è giocare con estetiche digitali in oggetti materializzati.”

A cavallo tra arte e design, la ricerca di Audrey Large applica il potenziale dei processi di manipolazione delle immagini alla materialità che ci circonda. In un contesto sempre più digitalizzato, il suo lavoro si presenta come una vera forma interdisciplinare di design, capace di ripensare nuove metodologie di progettazione attraverso il cinema digitale. L’obiettivo? Definire una nuova materialità, unendo tecniche di produzione cinematografica, manifatturiera e digitale.